I 10 anni del Premio Mutti il 3 marzo a Visioni Italiane, Cineteca di Bologna



Nell'ambito della ventiquattresima edizione di Visioni Italiane, sabato 3 marzo alle 16.00 presso il Cinema Lumière - Cineteca di Bologna, ci sarà l'evento PREMIO MUTTI – AMM: 10 ANNI DI CINEMA MIGRANTE, a celebrare i 10 anni di vita della nostra associazione e del premio a essa legato.

Il programma prevede l'incontro con i registi migranti vincitori del premio, la proiezione del cortometraggio "La Consegna" e del video - laboratorio "Un Altro Me", e la presentazione del nuovo bando Premio Mutti – AMM 2018.


Saranno presenti: Soheila Mohebi Javajeri, Nadia Kibout, Razi Mohebi, Ndubuisi A Nze (Alfie Nze), Hleb Papou, Dagmawi Yimer, Mohamed Zineddine e Giampiero Judica (Associazione Amici di Giana). Conducono Gian Luca Farinelli e Alessandro Triulzi. Verrà proiettato il corto "La Consegna" (16') del regista srilankese Suranga Deshapriya Katugampala e il video del laboratorio partecipato svolto nell'Istituto Aldini Valeriani "Un altro me" (22’), con la direzione creativa di Suranga.


THE DELIVERY - LA CONSEGNA Una telefonata inattesa scombussola i piani di Gaia e il suo papà. In un pomeriggio d'estate, la consegna di un pacco tra le montagne della Lessinia si trasforma in una piccola avventura, dove ordinario e straordinario si confondono.

La Consegna ha ricevuto il sostegno MigrArti e dell'Associazione Amici di Giana, Archivio Memorie Migranti, Associazione Tapoda, Associazione Piano Terra, Lotus Club, Start, Flight2000. La pellicola, inoltre, è stata presentata allo scorso Festival del Cinema di Venezia.

UN ALTRO ME Laboratorio di video partecipato svolto nell'Istituto Aldini Valeriani con lo scopo di rappresentare un’immagine autentica degli adolescenti, lasciando spazio alla loro creatività, alle loro paure e passioni. Progetto realizzato grazie al bando S’illumina indetto dalla Siae.


PREMIO MUTTI - AMM Per un filmaker di origine migrante trovare dei fondi in Italia per finanziare le proprie opere è un’impresa quasi impossibile. Mancano politiche culturali volte a incoraggiarne le produzioni (come accade per esempio nel Regno Unito con l’Arts Council), investimenti diretti dei canali televisivi (come quelli di Channel 4, Arte e ZDF), e con qualche eccezione è quasi inesistente il sostegno delle fondazioni pubbliche e private ai registi migranti. Il Premio fu creato nel 2008 da Officina Cinema Sud- Est in collaborazione con la Cineteca di Bologna per iniziare a colmare questo vuoto, con il duplice obiettivo di promuovere linguaggi e forme nuove di autorappresentazione attraverso il cinema e il documentario, e di stimolare lo sviluppo di politiche culturali più inclusive. Nel 2009 si è arricchito del prezioso sostegno dell’Associazione Amici di Giana e dal 2012 si avvale della collaborazione dell’AMM - Archivio delle memorie migranti.


Venerdì 2 marzo alle 20.30, inoltre, il cortometraggio Il Legionario di Hleb Papou, regista vincitore del Premio Mutti 2017, aprirà una rassegna di sette corti d'autore.

Qui il programma completo di Visioni Italiane, alla Cineteca di Bologna dal 26 febbraio al 4 marzo 2018.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square